Il trapianto di rene

 

Le origini: dal mito alla moderna chirurgia

Una antica tradizione attribuisce ai santi medici Cosma e Damiano, che sostituirono la gamba cancrenosa del loro sacrestano con quella di un moro etiope deceduto poco prima, la nascita della trapiantologia.

Al di là del possibile miracolo o della leggenda, la storia scientifica dei trapianti inizia nel 1902, quando un chirurgo francese trasferitosi a Chicago, Alexis Carrel, riuscì per primo a trovare una tecnica capace di suturare tra loro i vasi sanguigni, presupposto chirurgico imprescindibile per poter impiantare un organo.

Il passo successivo per tentare di trapiantare un organo venne compiuto negli anni quaranta, quando durante la seconda guerra mondiale i gravi ustionati dei bombardamenti di Londra portarono Peter Medawar a tentare il trapianto di innesti cutanei, scoprendo così le basi della «compatibilità».

Il primo trapianto vero e proprio venne effettuato a Boston, Stati Uniti, nel 1954: il chirurgo Murray eseguì un trapianto di rene da donatore vivente consanguineo e geneticamente identico al ricevente.

In Italia, il primo trapianto di rene fu eseguito a Roma nel 1966 da Paride Stefanini a dai suoi aiuti Carlo Umberto Casciani e Raffaello Cortesini.



Indicazioni al Trapianto di Rene

I pazienti affetti da insufficienza renale irreversibile sono trattati con programmi di dialisi (emodialisi o dialisi peritoneale).

Il Trapianto di Rene rappresenta un trattamento alternativo, definitivo e in grado di dare una migliore qualità di vita a questi pazienti.

Sono iscritti nella Lista Unica Regionale per Trapianto di Rene i pazienti proposti dal Nefrologo curante di un Centro Dialisi e giudicati idonei dal Centro Trapianti.

 

Accesso alla Lista d’Attesa

Dal 1998 è stata istituita una Lista Unica Regionale per Trapianto di Rene in cui ogni Centro di Trapianto iscrive i pazienti ritenuti idonei al trapianto ed afferenti al proprio centro.

Ogni paziente può essere iscritto nella Lista Unica Regionale per Trapianto di Rene da un solo Centro di Trapianto del Lazio.

Il paziente già iscritto, nel caso volesse scegliere un Centro diverso, dovrà inviare al CRT Lazio e ad entrambi i Centri di Trapianto interessati una dichiarazione nella quale siano indicati il Centro scelto ed il Centro cui s’intende rinunciare.

 

Iscrizione nella Lista d’Attesa per Trapianto di Rene

Il Nefrologo curante che intende sottoporre un suo paziente affetto da insufficienza renale irreversibile ad una valutazione d’idoneità per trapianto di rene provvede a prenotare una visita chirurgica c/o il Centro di Trapianto liberamente prescelto dal paziente, secondo le modalità precedentemente descritte.

Il Nefrologo curante ha il compito di inviare il paziente con tutta la documentazione clinica necessaria.

Gli esami richiesti per essere sottoposti a valutazione clinica d’iscrizione sono gli stessi per tutti i Centri di Trapianto del Lazio. La tipizzazione tissutale HLA del paziente viene eseguita presso il Laboratorio di Tipizzazione Tissutale del CRT Lazio o altro laboratorio da esso delegato.

 

Mantenimento in Lista

Aggiornamenti clinici e/o immunologici del paziente devono essere specificati nella scheda d’aggiornamento clinico-immunologico che deve essere inviata dal Centro di Nefrologia al Centro di Trapianto cui afferisce il paziente.

A cadenza trimestrale un campione di siero (1 ml) per ciascun paziente deve essere inviato dal Centro Nefrologico al Laboratorio di Tipizzazione Tissutale del CRT Lazio, congiuntamente alla scheda d’aggiornamento clinico-immunologico e ad un’impegnativa, secondo le istruzioni indicate dal laboratorio di tipizzazione.

I pazienti di cui i Centri di Trapianto non ricevono aggiornamenti clinico-immunologici o campioni di sieri da oltre 12 mesi sono sospesi dalla lista attiva e non più selezionati per il trapianto fino all'invio di un nuovo campione di siero e di una nuova valutazione clinica. Di tale situazione il Centro di Trapianto dà comunicazione al centro nefrologico ed al paziente.



Il trapianto di rene 7 in immagini

Trapianto di rene. Declampaggio e riperfusione. Guarda un trapianto che prende vita!!

Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:

Prenota una visita via e-mail

Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

Attenzione: tieni presente che i contenuti di questo modulo non sono criptati